Accesso ai servizi

Venerdì, 10 Aprile 2020

Almese attiva il nuovo servizio di “Aiutocompiti” online per le famiglie in difficoltà



Almese attiva il nuovo servizio di “Aiutocompiti” online per le famiglie in difficoltà


L’Amministrazione Comunale di Almese, in collaborazione con la scuola e i ragazzi della campagna social “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa”, ha attivato un nuovo SERVIZIO DI AIUTOCOMPITI a supporto alle famiglie in difficoltà. Il servizio è riservato alle famiglie degli alunni della Scuola primaria e secondaria di Almese, Rivera e Milanere che non possono permettersi ripetizioni a pagamento o che non possiedono i mezzi per stare al passo con il programma scolastico in questo periodo di emergenza.

L’aiuto avviene su segnalazione degli insegnanti e in base alle ore di disponibilità dei ragazzi.

Il progetto di aiuto trae ispirazione da una delle tante attività proposte dai ragazzi e le ragazze di “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa”, la campagna ideata e promossa dal Comitato Giovani No Tav e dalla Taverna Tortuga di Chianocco, con la quale i giovani della Val di Susa propongono una serie di iniziative sui social per invogliare la comunità a rimanere attiva intellettualmente, nonostante il periodo ci veda “costretti” in casa.

Di seguito, si riportano tutte le attività che i ragazzi propongono in questo periodo di isolamento forzato:

Servizio a domicilio e Assistenza per soggetti in difficoltà
Consegna spesa e assistenza per altre esigenze (es. pagamento bollette) a chi è in difficoltà. Per usufruire del servizio è possibile contattare telefonicamente i numeri: 327 1746147 (Silvia) e 333 1738540 (Rebecca).

Diario di bordo
Con cadenza giornaliera, i ragazzi condividono sui social riflessioni e articoli su cosa sta succedendo e quali sono le conseguenze sociali dell’attuale emergenza, a partire dalle esperienze personali. Per contribuire alla stesura del “diario”, è necessario mandare un messaggio alla pagina facebook “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa”.

Cultura telematica
Per non interrompere del tutto la socialità, l’arte e la cultura, i ragazzi propongono delle dirette facebook in compagnia di amici artisti.

Gli artisti interessati a contribuire al progetto possono inviare i propri video tramite messaggio alla pagina facebook “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa”.

 

Parliamoci e sosteniamoci
I ragazzi raccolgono tutte le esperienze personali relative alle conseguenze che l’emergenza sanitaria sta avendo sulle nostre vite, dalla perdita del lavoro, all’interruzione degli studi, al senso di ansia e incertezza.
Questo viene fatto attraverso uno spazio nelle radio locali (Radio Dora e Radio Frejus), dove vengono condivise storie e riflessioni, e tramite la pubblicazione sui social.
Coloro interessati a condividere la propria esperienza o una riflessione, possono scrivere alla pagina facebook “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa” e seguire le dirette radio.

Leggiamo!
Libero scambio di libri come alternativa alla televisione, per stimolare un ascolto più consapevole dell’informazione che arriva nelle nostre case in modo massiccio e a volte confuso e destabilizzante. Sulla pagina facebook “Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa” è attiva anche una rubrica nella quale i ragazzi consigliano e commentano letture da intraprendere durante il periodo di clausura.

Per rimanere aggiornati sulle attività proposte dai ragazzi, si invitano i cittadini a seguire la pagina Facebook: Restiamo a casa ma non spegniamo il cervello – Valsusa

Ricordiamo alle famiglie in difficoltà che ad Almese è attivo anche il SERVIZIO DI STAMPA DEI COMPITI

I famigliari degli alunni della Scuola primaria e secondaria di Almese, Rivera e Milanere possono inviare i file da stampare ogni VENERDì ENTRO LE ORE 17 alla mail: matilde.bove@edu.unito.it
I file stampati dovranno essere ritirati dalle famiglie entro le ore 12 del giorno seguente (SABATO) presso l’ingresso del Palazzo comunale.