Accesso ai servizi

COME FARE PER

Separazione e Divorzio

Come Fare:
Separazioni e divorzi davanti all'Ufficiale di Stato Civile
L’art. 12 della Legge n. 162/2014 prevede la possibilità per i coniugi di comparire direttamente innanzi all’Ufficiale dello Stato Civile del Comune per concludere un accordo di separazione, di divorzio o di modifica delle precedenti condizioni di separazione o di divorzio. L’assistenza degli avvocati difensori è facoltativa. Tale modalità semplificata è a disposizione dei coniugi con particolari requisiti

Chi può richiederlo
Si può richiedere solo quando non vi siano figli minori o portatori di handicap grave o economicamente non autosufficienti comuni ai coniugi richiedenti; l’accordo non deve contenere patti di trasferimento patrimoniale. Al fine di promuovere una maggiore riflessione sulle decisioni in questione, è stato previsto un doppio passaggio dinanzi all’Ufficiale di Stato Civile a distanza di non meno di 30 giorni, dopo tale periodo l’accordo può infatti essere confermato.

Documenti da presentare
La documentazione va presentata al  comune di:
• iscrizione dell’atto di matrimonio (e cioè il comune dove è stato celebrato il matrimonio)
• trascrizione dell’atto di matrimonio celebrato con rito concordatario/religioso o celebrato all’estero
• residenza di uno dei coniugi

Gli sposi (e gli eventuali figli maggiorenni economicamente autosufficienti) devono produrre le dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà presenti in allegato.

L’Ufficiale dello Stato Civile richiederà d’ufficio la documentazione necessaria e provvederà a comunicare agli interessati le due date nelle quali dovranno presentarsi davanti all’Ufficiale dello Stato Civile stesso per sottoscrivere le due dichiarazioni.

Costo del servizio
All’atto della conclusione dell’accordo dovrà essere corrisposto il diritto fisso pari a € 16,00.

Riferimenti Normativi
Decreto legge 132/2014, convertito con Legge 162/2014

Separazioni e divorzi davanti all’avvocato
La Legge prevede all’art. 6 del  D.L.132/2014 la convenzione di negoziazione assistita da almeno un avvocato per parte per le soluzioni consensuali di separazione personale, di divorzio e di modifica delle condizioni di separazione o di divorzio. Ai sensi della Legge n. 55/2015 la domanda di divorzio può essere presentata dopo dodici mesi ininterrotti di separazione giudiziale dei coniugi o dopo sei mesi di separazione consensuale. Restano invariate le altre ipotesi previste dalla legge n. 898/1970.
La procedura è possibile sia in assenza che in presenza di figli minori, di figli maggiorenni portatori di handicap grave e di figli maggiorenni non autosufficienti.
L’avvocato, una volta formalizzato l’accordo delle parti secondo le previsioni di legge, provvederà alla trasmissione ai Comuni competenti. Chi è interessato ad adottare tale nuova procedura deve rivolgersi esclusivamente ad un avvocato per la verifica dei presupposti di legge e per tutti gli adempimenti normativi previsti.

Scioglimento o cessazione effetti civili del matrimonio
In seguito alla separazione personale dei coniugi (giudiziale o consensuale) a richiesta degli stessi, il Tribunale emette la sentenza di scioglimento o cessazione degli effetti civili del matrimonio.

La sentenza di divorzio emessa in uno stato estero può  essere riconosciuta valida in Italia, a condizione che vi siano i requisiti previsti dall'art. 64 legge n. 218/95 o dal regolamento C.E. n. 2201/2003.
La sentenza di nullità  ecclesiastica viene delibata dalla Corte d'Appello.
La sentenza, passata in giudicato, viene trasmessa dal Tribunale all’Ufficiale dello Stato Civile del luogo dove è stato celebrato il matrimonio.
La Corte d'Appello trasmette la sentenza di delibazione di nullità ecclesiastica. In tutti e tre i casi sopra specificati, la sentenza viene trasmessa al Comune dove è stato celebrato il matrimonio o dove è trascritto.

L'Ufficiale di Stato Civile annota la sentenza a margine dell'atto di matrimonio e ne dà comunicazione, per entrambi gli sposi,  all'ufficio anagrafe del Comune di residenza per il cambiamento di stato civile da coniugato a libero di stato ed al comune di nascita per l'annotazione.

Dove Rivolgersi:
Ufficio Demografico (vedi dettaglio e orario di apertura)

Documenti allegati:
File pdfDichiarazione sostitutiva di separazione e divorzio (399,46 KB)

File pdfDichiarazione sostitutiva di separazione e divorzio _ Figli maggiorenni economicamente sufficienti (325,86 KB)