Accesso ai servizi

Come Fare Per

Tari, tassa rifiuti

Come Fare:
 La Tassa Rifiuti (di seguito TARI) istituita a far data dal 01.01.2014 dalla Legge 27.12.2013, n. 147, e dal 01.01.2020 disciplinata dalla Legge 27.12.2019, n. 160, è il tributo destinato al finanziamento ed alla copertura dei costi del servizio di gestione dei rifiuti urbani ed assimilati, ed è a carico del soggetto utilizzatore (che li produce).


Con LA TARI i Comuni hanno l’obbligo di coprire per intero i costi del servizio della raccolta e dello smaltimento dei rifiuti, così come determinato dalla Del. 443/2019 dell’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente (di seguito ARERA).

La Legge prevede che il calcolo del tributo TARI dovuto sia effettuato tenendo conto della superficie degli immobili (parte FISSA) e del numero dei componenti rispetto il nucleo famigliare (parte VARIABILE) per quanto riguarda le "utenze domestiche", della superficie degli immobili e della tipologia di attività svolta nel caso di "utenze non domestiche".

Sull’importo dovuto a titolo TARI si applica sempre il tributo per l’esercizio delle funzioni ambientali (TEFA), a favore della Provincia di Torino, nella misura percentuale deliberata del 5% e già incluso nell'importo riportato in bolletta.


CHI E' SOGGETTO AL PAGAMENTO DELLA TARI

La Tari è dovuta da chiunque possieda o detenga a qualsiasi titolo locali o aree scoperte a qualsiasi uso adibiti, suscettibili di produrre rifiuti urbani. Quindi prevede che la somma da versare al Comune sia dovuta dagli inquilini, indipendentemente se proprietari o affittuari.

In caso di pluralità di possessori o di detentori, essi sono tenuti in solido all'adempimento dell'unica obbligazione tributaria.

In caso di utilizzo di durata non superiore a sei mesi nel corso del medesimo anno solare, la TARI è dovuta soltanto dal possessore dei locali o delle aree a titolo di proprietà, usufrutto, uso abitazione, superficie.

Nel caso di locali in multiproprietà e di centri commerciali integrati il soggetto che gestisce i servizi comuni è responsabile del versamento del tributo dovuto per i locali ed aree scoperte di uso comune e per i locali ed aree scoperte in uso esclusivo ai singoli occupanti o detentori, fermi restando nei confronti di questi ultimi, gli altri obblighi o diritti derivanti dal rapporto tributario riguardante i locali e le aree in uso esclusivo.  


NOTA INFORMATIVA PAGAMENTI - ANNO 2022

Si informano i Contribuenti che sono in fase di emissione le bollette TARI 2022 che presentano tre rate con scadenza ripresa come da tabella:

1° RATA

2° RATA o Unica Soluzione

3° RATA

31/07/2021

          16/10/2022

16/12/2022

 

 

 

 

MODALITA’ DI PAGAMENTO

Si ricorda che il modello PagoPa in allegato è l’unica modalità di pagamento prevista per questo tributo ed è pagabile presso qualsiasi sportello bancario, postale, presso gli esercizi abilitati ai pagamenti sul circuito PagoPa e mediante dispositivi mobili. Si informano i Contribuenti che l’importo complessivo del tributo annuo potrà essere saldato in una Unica Soluzione (U.S.) entro il 16 Ottobre 2022 utilizzando il modello PagoPa precompilato con l’importo totale dovuto. Per informazioni, denunce, ristampa avvisi e modelli di pagamento TARI si potrà rivolgere al Servizio Tributi del Comune di Almese.


INVIO AVVISI TARI VIA E-MAIL

Si comunica che è possibile richiedere, per chi non lo avesse già fatto, l’invio degli Avvisi TARI via e-mail, comunicando il proprio indirizzo di posta elettronica inviando un messaggio a tributi@comune.almese.to.it
Si invitano i Sigg. Contribuenti a segnalare nelle loro comunicazioni il proprio indirizzo mail ed almeno un contatto telefonico, per migliorare l'interscambio di informazioni utili al nostro Ente.


TARI PUNTUALE

In alto a sinistra, su questo avviso di pagamento, è riportato il Codice Targhetta identificativo del Vostro contenitore verde per i rifiuti indifferenziati; se il codice non è indicato, o non corrisponde a quello del contenitore verde in Vostro possesso, Vi preghiamo di segnalarlo mediante mail al seguente indirizzo di posta elettronica: ambiente@comune.almese.to.it , o mediante comunicazione scritta da presentare all’Ufficio Protocollo.

 

TARIFFE 2022

A partire dall’anno 2020 l’ARERA ha disposto una nuova metodologia di calcolo del Piano Economico Finanziario (PEF) che concorre alla determinazione delle tariffe TARI annuali. Con Deliberazione di Consiglio Comunale nr. 15 del 25.05.2022 il Comune di Almese ha preso atto del PEF 2022 approvato dal C.A.DO.S. e, con Deliberazione di Consiglio Comunale nr. 16 del 25.05.2022 il Comune di Almese ha determinato le tariffe TARI per l’anno 2022.

NOVITA’ PER IL CONFERIMENTO DI SFALCI E POTATURE
Dal 2022 è stato introdotto il metodo di tariffazione puntuale per i conferimenti di sfalci e potature presso l’ecocentro e per il
ritiro di tale frazione a domicilio.
Con Del. C.C. nr 16 del 25.05.2022 sono stati determinati i seguenti quantitativi limite inclusi nella bollettazione ordinaria:
- Limite conferimenti in ecocentro: 5000 kg annui equivalenti a 33,33 mc (peso specifico medio 150 kg/mc);
- Costo per quantitativi eccedenti il limite di conferimenti in ecocentro: 0,05 €/kg
- Limite prese a domicilio: nr. 8 prese annue
- Costo per prese eccedenti il limite di prese a domicilio: 10,00 €/presa
I quantitativi eccedenti i limiti saranno conteggiati a consuntivo al 31.12 di ciascun anno e bollettati separatamente.



UTENZE DOMESTICHE - AGEVOLAZIONI PER PARTICOLARI SITUAZIONI DI DISAGIO ECONOMICO E SOCIALE - TARI 2022

Il Comune di Almese ha approvato con deliberazione C.C. n. 16 del 25.05.2022 la riduzione delle tariffe Tari 2022, sia sulla parte fissa che sulla parte variabile, per le utenze domestiche il cui ISEE (Indicatore della situazione economica equivalente) per nucleo familiare rientri in una delle tre fasce di seguito indicate:

- reddito I.S.E.E. pari o inferiore a 16.000,00 € sgravio del 50% della tariffa;

- reddito I.S.E.E. compreso tra 16.000,01 a 25.000,00 € sgravio del 30% della tariffa;

- reddito I.S.E.E. compreso tra 25.000,01 a 36.000,00 € sgravio del 15% della tariffa.

 

La concessione del contributo compensativo è soggetta ai seguenti requisiti soggettivi:

  1. cittadinanza italiana, oppure cittadinanza di uno stato appartenente alla U.E., oppure straniero titolare di permesso di soggiorno o carta di soggiorno ex D. Lgs. 286/98 e s.m.i.
  2. residenza nel Comune di Almese, nell’alloggio oggetto della tariffa;
  3. i richiedenti ed i componenti il nucleo non devono essere proprietari o usufruttuari di beni immobili, ad eccezione dell’immobile di residenza;
  4. regolarità dei pagamenti con riferimento al 31.12.2019 relativi alle imposte comunali dovute dallo stesso contribuente, anche in relazione ad eventuali avvisi di accertamento emessi dall’Ente, che siano divenuti definitivi.

 

L’agevolazione verrà concessa prioritariamente iniziando dalla fascia di reddito I.S.E.E. più bassa e, fino ad esaurimento, in relazione alla disponibilità del fondo previsto, passando alle fasce di reddito più elevate. A parità di ISEE, verrà data precedenza alle famiglie con figli ordinate in base al numero e all’età del figlio minore. In caso di parità di posizione verrà data priorità in base all’ordine cronologico di invio della domanda.

L’ISEE dovrà essere in corso di validità alla data di presentazione dell’istanza di riduzione.

 

La presentazione della richiesta nei tempi e nelle modalità di seguito riportate, sospenderà il pagamento della prima rata (scad. 31/07/2022) fino al termine dell’iter di concessione del contributo compensativo.

La richiesta potrà essere inoltrata inviando tassativamente entro il 31/07/2022 con l’apposito modulo, compilato in ogni sua parte e completo di tutti gli allegati richiesti, con una delle seguenti modalità, ai sensi dell’art. 38, D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000:

 

UTENZE NON DOMESTICHE

EMERGENZA SANITARIA PER EPIDEMIA DA COVID 19 – ISTITUZIONE CONTRIBUTO COMPENSATIVO TARI 2022

Il Comune di Almese ha approvato con deliberazione C.C. n. 16 del 25.05.2022 l’introduzione di misure di sostegno economico a favore delle attività produttive e di servizi (utenze non domestiche) che abbiano evidenziato un rilevante calo dell’attività e del relativo fatturato evidentemente connesso con l’emergenza epidemiologica da Covid-19, da documentare mediante una dichiarazione della dimensione del calo di fatturato occorso su base annua tra il 2021 e il 2019 pari al - 20%.

Tale contributo compensativo potrà essere erogato soltanto a fronte della presentazione, da parte dei contribuenti interessati, della domanda di concessione del contributo su apposita modulistica predisposta dall’Ufficio Tributi che dovrà essere presentata a pena di decadenza entro il 31.07.2022.

L’assegnazione del contributo compensativo è disposta nella misura della riduzione della tariffa TARI 2022 come indicato di seguito:

  • riduzione del 30% della tariffa generale (parte fissa + parte variabile) per le attività soggette a restrizione inteso come rilevante calo dell’attività e del relativo fatturato evidentemente connesse con l’emergenza epidemiologica da Covid-19 mediante una dichiarazione della dimensione del calo di fatturato occorso su base annua tra il 2021 e il 2019 pari al - 20%

Sono in ogni caso escluse dalle riduzioni le seguenti attività economiche:

 

  • Banche ed istituti finanziari
  • Supermercati
  • Farmacie
  • Tabaccherie
  • Studi legali, di consulenza e studi professionali
  • CAF
  • Le attività indicate nell’allegati 23 e 24 al DPCM del 3 marzo 2021
  • Tutte le amministrazioni pubbliche nonché le società controllate direttamente o indirettamente da pubbliche amministrazioni

 

L’applicazione del contributo compensativo potrà essere effettuata da parte dell’Ufficio Tributi solo a seguito della verifica della regolarità dei pagamenti con riferimento al 31.12.2019 relativi alle imposte comunali dovute dallo stesso contribuente, anche in relazione ad eventuali avvisi di accertamento emessi dall’Ente, che siano divenuti definitivi.

La presentazione della domanda nelle modalità e tempi indicati, sospende il pagamento della prima rata TARI 2022 fino alla conclusione dell’iter di concessione del contributo.


La richiesta potrà essere inoltrata con una delle seguenti modalità, ai sensi dell’art. 38, D.P.R. 445 del 28 dicembre 2000- entro e non oltre il 31.07.2022:


Dove Rivolgersi:
Ufficio Tributi (vedi dettaglio e orario di apertura)

Collegamenti:
- Calendario Raccolta Differenziata
- Orari ecocentro
Documenti allegati:
File pdfDICHIARAZIONE TARI UTENZE DOMESTICHE Rev. 02 - 2022 (340,76 KB)

File pdfRICHIESTA RIDUZIONE TARI - ISEE - 2022 (323,46 KB)

File pdfDICHIARAZIONE TARI - UTENZE NON DOMESTICHE 2022 (317,67 KB)

File pdfMODELLO RICHIESTA BONUS UTENZE NON DOMESTICHE 2022 (221,79 KB)

File pdfMODULO ISCRIZIONE ALBO COMPOSTATORI (456,48 KB)

File pdfPIANO TARIFFARIO TARI 2022 (142,73 KB)

File pdfCC-2022-00016 - TARIFFE E AGEVOLAZIONI TARI 2022 - ALMESE (1,59 MB)

File pdfCC-2022-00015 - PRESA DATTO PIANI FINANZIARI ALMESE (904,25 KB)

File pdfREGOLAMENTO TARI 2022 (403,45 KB)

File pdfC.C. - 2022-00014 - REGOLAMENTO PER L'APPLICAZIONE DELLA TASSA SUI RIFIUTI (TARI) - APPROVAZIONE NU (813,09 KB)

File pdfPEF 2021 (1,86 MB)

File pdfDEL. C.C. 11-2021 - DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE E DELLE AGEVOLAZIONI TARI 2021 (958,59 KB)
DETERMINAZIONE DELLE TARIFFE PER L'ANNO 2021 E AGEVOLAZIONI UTENZE DOMESTICHE E NON DOMESTICHE PER COVID-19
File pdfREGOLAMENTO TARI 2021 (853,17 KB)

File pdfECOCENTRI CONSORTILI (490,91 KB)

File pdfDELEGA CONFERIMENTO RIFIUTI PRESSO L'ECOCENTRO CONSORTILE (307,62 KB)

File pdfGUIDA ALLA RACCOLTA DIFFERENZIATA (866,87 KB)

File wordMODELLO RATEIZZAZIONE (33 KB)

File pdfRICHIESTA RIMBORSO (32,92 KB)

File pdfDELIBERA TARIFFE TARI 2020 SU PEF 2019 (268,75 KB)

File pdfISTANZA DI DILAZIONE (302,52 KB)

File pdfPEF 2019 (406,33 KB)

File pdfPEF 2018 (322,9 KB)