Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Premesso che i provvedimenti governativi vigenti impongono limitazioni e restrizioni alle persone fisiche sull’intero territorio nazionale, in relazione all’emergenza epidemiologica da COVID-19, da ultimo il Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 17.05.2020 ed il Decreto Regione Piemonte n. 63 del 22.05.2020, con ordinanza n. 43 del 27 maggio 2020, avente per oggetto “REGOLAMENTAZIONE ATTIVITA’ DI SOMMINISTRAZIONE”, il Sindaco Ombretta Bertolo ordina:    

Con decorrenza immediata e fino al termine dell’emergenza COVID-19 ai gestori di ristoranti, di bar e delle altre attività di somministrazione alimenti e bevande presenti sul territorio Comunale i seguenti obblighi e divieti:

  • obbligo per i gestori di predisporre adeguata cartellonistica informativa in merito alle misure di prevenzione da tenere;
  • obbligo per il personale di servizio a contatto con i clienti di utilizzo della mascherina e della frequente igienizzazione delle mani;
  • obbligo per i gestori, al termine di ogni servizio al tavolo, di attuare le misure di disinfezione delle superfici;
  • divieto di diffusione sonora all’interno del locale di musica ad alto volume con obbligo di cessazione della stessa entro le ore 24:00;
  • divieto assoluto di utilizzo di casse acustiche per la diffusione sonora all’esterno dell’esercizio;
  • obbligo per i gestori, prima dell’apertura ed immediatamente dopo la chiusura dell’attività, di provvedere alla pulizia degli spazi pubblici occupati e delle loro pertinenze (mozziconi, cartacce, bottiglie, ecc.);
  • obbligo per i gestori di esporre la presente ordinanza in modo visibile all’interno dell’esercizio.

 

Con decorrenza immediata e fino al termine dell’emergenza COVID-19 ai clienti di ristoranti, di bar e delle altre attività di somministrazione alimenti e bevande presenti sul territorio Comunale i seguenti obblighi e divieti:

  • obbligo per i clienti di consumare gli alimenti e le bevande acquistate direttamente al banco (laddove sia assicurata la distanza interpersonale di almeno un metro) oppure ai rispettivi tavoli esterni (mantenendo sempre la distanza interpersonale di un metro);
  • obbligo di mantenimento della distanza interpersonale tra i clienti in attesa di essere serviti di almeno un metro;
  • obbligo per i clienti di indossare la mascherina tutte le volte che non si è seduti al tavolo o che si sta consumando il cibo o la bevanda;
  • obbligo di mantenimento della distanza interpersonale di un metro tra le persone sedute sulle panchine pubbliche.

La violazione a quanto sopra prescritto comporterà l’applicazione della sanzione prevista dall’articolo 2 del D.L. 22/2020.

Gli Agenti della Forza Pubblica, Polizia Locale e Guardie Zoofile sono incaricati del controllo in merito alla corretta esecuzione della presente Ordinanza.

Contro la presente Ordinanza è ammesso, nel termine di 60 giorni, ricorso al T.A.R. Piemonte (Legge 1034/71) oppure, in via alternativa, ricorso straordinario al Presidente della Repubblica, da proporre entro 120 giorni dalla notificazione (D.P.R. 1199/71).

Comune di Almese