Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Care studentesse e cari studenti, cari insegnanti e genitori,
anche quest’anno scolastico è terminato, anche se in maniera molto diversa rispetto al solito. Purtroppo, il nostro percorso è stato interrotto da una serie di ostacoli che ci hanno obbligati a tenere le distanze e noi tutti, abituati ad una didattica di prossimità fatta di interrogazioni e verifiche ma anche di giochi e risate, siamo rimasti un po’ persi ad avere a che fare con la temibile DAD.
Eppure, non ci siamo arresi, nessuno di noi e per questo motivo voglio ringraziarvi tutti.

Un grazie ai ragazzi che, pazienti, hanno continuato a seguire le lezioni, lontani dagli amici dei banchi di scuola.
Un ringraziamento agli studenti più piccini, che hanno imparato ad essere classe anche da lontano; loro che, molto più esperti di noi insegnanti in materia tecnologica, hanno ribaltato i ruoli insegnandoci a usare il computer.
Grazie agli insegnanti, i quali, nonostante il gap tecnologico, hanno messo in campo tante idee nuove per restare vicini; idee innovative di cui faremo tesoro anche in futuro, affinché questa quarantena non rimanga soltanto un ostacolo, ma anche un’opportunità.
Infine, un enorme grazie va ai genitori, costretti a calarsi a volte nella parte degli insegnanti e, qualche volta, anche dei giocolieri per mantenere viva la curiosità e la voglia di scoprire dei bambini.

Termino questa mia lettera con l’augurio a tutti voi di buone vacanze con la speranza di rivederci tutti insieme a settembre!

Un abbraccio,
Cristina Buggia

Il Sindaco Bertolo, unitamente all’Assessore all’Istruzione di Almese, si unisce nei saluti e nei ringraziamenti agli scolari, alle loro famiglie, agli insegnanti e a tutto il personale della Scuola dell’Istituto Comprensivo di Almese per l’impegno profuso in questi mesi, nei quali tutti siamo stati chiamati a responsabilità che, fino a qualche mese addietro, non immaginavamo neppure. Eppure, oggi, possiamo dire che, pur nelle difficoltà affrontate, e nei dubbi che accompagnano la nostra attesa del futuro, questi mesi abbiano rappresentato un’esperienza che lascerà il segno. Grazie all’entusiasmo degli insegnanti, capaci, anche in questa circostanza, di inventarsi e reinventarsi, e dei loro alunni che, con il sostegno irrinunciabile delle loro famiglie, hanno aderito a questa nuova formula di didattica con la curiosità dei ragazzi, ma anche con l’impegno di giovanissimi cittadini del mondo, l’esperienza della pandemia, insieme al dramma, ci avrà insegnato che tutto ciò che va al di là della nostra volontà e che accade al di fuori del nostro limitatissimo controllo sulla Natura, concorre, nonostante tutto, alla nostra crescita personale e civile.

Comune di Almese