Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino
Visto l’attuale periodo di isolamento in casa che sta interessando la maggior parte dei cittadini, si presuppone un notevole aumento della produzione dei rifiuti da parte delle utenze domestiche; questo potrebbe comportare un aumento dei costi di smaltimento che graveranno su tutta la collettività e pertanto si richiede una SCRUPOLOSA DIFFERENZIAZIONE (visto che il tempo ora non manca) dei rifiuti per minimizzare le quantità di rifiuto indifferenziato ed aumentare filiere quali carta, plastica e vetro che, sebbene con minimi contributi, possono concorrere a limitare i costi generali.
 
  • Per quanto riguarda il conferimento dei rifiuti per i SOGGETTI IN QUARANTENA O POSITIVI al coronavirus, si raccomanda di attenersi alle indicazioni riportate nell’informativa fornita da ACSEL. L’ipoclorito di sodio 0,1% – 0,5%, non è altro che candeggina diluita in acqua nelle percentuali indicate (es. 1 ml di candeggina in 1 litro di acqua per una soluzione allo 0,1%).
 
  • Per quanto riguarda gli ECOCENTRI consortili, si ricorda che da sabato 21 marzo sono TEMPORANEAMENTE CHIUSI per le utenze domestiche, pertanto si richiede cortesemente di accantonare il più possibile i materiali per poterli conferire correttamente all’apertura.
 
  • Per quanto riguarda gli SFALCI, le POTATURE e gli INGOMBRANTI, se fosse indispensabile conferirli proprio in questi giorni (ma è fortemente sconsigliato in quanto anche questo comporterebbe un aumento dei costi sulla collettività), si ricorda che è attivo il servizio di raccolta a domicilio chiamando il numero verde 800.497.052. Si possono smaltire 10 sacchi di erba per volta, oppure 5 sacchi di erba e 5 fascine; le fascine non devono essere più di 5 per volta e le loro dimensioni non possono superare i 50 centimetri di diametro e gli 1,5 metri di lunghezza.
 
  • Si ricorda inoltre che da Regolamento Comunale di Polizia Rurale, reperibile sul sito istituzionale, è consentito l’abbruciamento delle sole potature sul luogo di produzione ma NON di residui erbosi e fogliame.

 

Comune di Almese