Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Al via la sostituzione dell’illuminazione pubblica per la messa a norma degli impianti.

Almese è pronta a rinnovare con luci a LED l’illuminazione pubblica della maggiori parte dei centri luminosi del territorio comunale. Questo provvedimento è stato reso possibile grazie all’approvazione degli atti e del bando di gara per l’affidamento in concessione della gestione degli impianti di pubblica illuminazione e degli interventi di adeguamento normativo e di efficienza energetica del Comune di Almese, pubblicati sulla piattaforma Traspare della Centrale Unica di Committenza dell’Unione Montana Valle Susa.

Con tale progetto, il Comune di Almese intende raggiungere alcuni importanti obiettivi.

Grazie agli interventi di riqualificazione, infatti, gli impianti esistenti si renderanno conformi alle attuali normative CEI/UNI, per l’esecuzione di diagnosi energetiche, progettazione e realizzazione di interventi di miglioramento dell’efficienza energetica, e alla Legge regionale n. 31/100 per la limitazione della luce dispersa e dell’inquinamento luminoso; verrà migliorata la qualità del servizio di illuminazione pubblica, in termini di potenziamento della sicurezza del traffico (motorizzato, pedonale, ciclabile), del servizio di prevenzione alle attività criminose, e di promozione delle attività legate al commercio e al turismo. Contestualmente, grazie alla nuova tipologia dei corpi illuminanti, si otterrà un significativo risparmio energetico rispetto agli attuali consumi di energia elettrica. Inoltre, grazie alla significativa riduzione delle emissioni di CO2, dovute ad un minor assorbimento energetico, e all’utilizzo di sistemi a lunga durata di vita e di elevata affidabilità che minimizzano le necessità di smaltimento dei rifiuti, gli interventi di riqualificazione avranno un impatto positivo anche sull’ambiente. Infine, mediante la realizzazione di accorpamenti, nuove linee elettriche e nuovi punti di fornitura dotati di contatore e quadro elettrico, verranno eliminati sia la promiscuità elettrica degli impianti, sia i pagamenti “a forfait” della spesa energetica.

Negli ultimi anni, sempre più cittadini hanno manifestato interesse per il potenziamento dell’illuminazione del contesto in cui vivono, anche in quelle zone scarsamente illuminate, che costituiscono territori fertili per episodi di microcriminalità e degrado sociale. La presenza dell’illuminazione pubblica nel paesaggio cittadino è determinante non solo per la qualità e la sicurezza della vita degli abitanti durante le ore notturne, ma anche perché influisce direttamente nel favorire l’aggregazione sociale e turistica con conseguente sviluppo culturale e commerciale.

Ad Almese, gli impianti attuali sono costituiti da n. 1.481 punti luce, alimentati da 87 quadri elettrici, tutti di proprietà del Comune, in quanto i punti luce precedentemente di proprietà della società Enel Sole sono stati acquisiti dall’Amministrazione.
Gli interventi proposti consistono nella sostituzione di 50 quadri elettrici esistenti e nella revisione dei restanti 37. Saranno inoltre installati 38 nuovi punti di fornitura dedicati (equipaggiati con gruppo di misura dell’ente distributore dell’energia elettrica) al fine di trasformare tutti gli impianti “a forfait” esistenti in tradizionali impianti con contabilizzazione da gruppo di misura. Tutti i quadri saranno equipaggiati anche con interruttore astronomico per la gestione degli orari di accensione/spegnimento.
Gli apparecchi di illuminazione presenti in maggiore quantità, invece, sono quelli stradali e di arredo urbano, che da soli coprono quasi il 90% della quantità totale. Sono presenti poi diverse tipologie di proiettori, globi e plafoniere, ovvero apparecchi ad elevato inquinamento luminoso, che saranno sostituiti anche per garantire una corretta uniformità di installazione nei punti luce contigui, dato che saranno dotati di luce a LED. Il 9% degli apparecchi, invece, necessita unicamente di ricablaggio. Infine, il 23% è in buono stato di conservazione e non necessita di interventi, ad eccezione del ricambio della lampada.

La sostituzione delle sorgenti di vecchia tecnologia con sorgenti ad alta efficienza e tecnologicamente avanzate, rappresenta il tipo di intervento sicuramente più immediato ai fini dell’ottenimento di risparmi energetici ed economie gestionali. Le sorgenti a LED presentano una migliore efficienza luminosa rispetto alle lampade SAP, in quanto richiedono potenze elettriche inferiori. La scelta dei LED presenta inoltre il vantaggio di una maggiore durata (fino ad oltre 100.000 ore, ovvero circa 23 anni, considerando 4.200 ore/anno di funzionamento). Pertanto l’utilizzo di apparecchi a LED, permette di ottenere benefici sia in termini di efficienza della sorgente luminosa, sia in termini di rendimento dell’apparecchio.

Il Sindaco Ombretta Bertolo ha dichiarato: “Con gli interventi per la riqualificazione dell’illuminazione pubblica, che dureranno all’incirca nove mesi dall’inizio dei lavori, si otterrà un significativo risparmio energetico sia in termini di potenza installata, ma soprattutto di energia assorbita. In questo modo il progetto si inserisce in un’ottica, oltre che di riqualificazione tecnologica e di risparmio economico, anche di salvaguardia dell’ambiente e conservazione delle risorse. Ed è proprio sotto questo punto di vista che l’anno scorso si è lavorato per individuare le principali criticità del sistema e le priorità da risolvere. Inoltre, attraverso studi illuminotecnici mirati, si cercherà di implementare il servizio di illuminazione pubblica nelle zone meno illuminate del territorio comunale e di valorizzare le aree di particolare interesse storico, artistico e paesaggistico, privilegiando la riduzione dell’inquinamento luminoso e tenendo presente la sicurezza sia per il traffico veicolare che per la vita notturna. Siamo riusciti, finalmente, a raggiungere questo importante traguardo dopo lunghi e laboriosi passaggi burocratici propedeutici al progetto per l’acquisizione a patrimonio comunale del punti luce ancora di proprietà di Enel Sole. Operazione necessaria per poter procedere alla completa sostituzione degli stessi lampioni. Sono molto soddisfatta del traguardo raggiunto, è stato un iter molto lungo, ma finalmente ora ‘vediamo la luce’!”

Comunicato stampa in versione pdf.

Comune di Almese