Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Ottimo successo per la V Fiera Agricola-Zootecnica, dell’Artigianato e dei Prodotti del Territorio, che si è svolta domenica 28 ottobre a Milanere.

L’iniziativa è stata realizzata dal Comune di Almese – Assessorato alle Attività Produttive, in collaborazione con Coldiretti, Cia, Confagricoltura, Associazione Amici del Palio e Centro Sociale di Milanere, con l’obiettivo di far conoscere ai suoi visitatori l’autenticità e il potenziale del territorio, grazie soprattutto alla presenza di allevatori, agricoltori e dei prodotti tipici locali.

Nonostante il maltempo iniziale, moltissime persone sono giunte nella frazione almesina per sostenere le produzioni agricole locali e gli allevatori del territorio, facendo così registrare all’Amministrazione risultati più che positivi e collocando sempre di più la Fiera di Milanere tra gli eventi di riferimento del Comune di Almese.

Novità importante di quest’anno, la partecipazione di una rappresentanza di produttori provenienti dall’Ardèche, in Francia, per uno scambio di conoscenze e tecniche agricole. Oltre ad aver preso parte alla Fiera, la domenica, e alla cena del venerdì, i vicini francesi hanno presenziato anche al mercato dei produttori locali del sabato mattina, allestendo, in Piazza Martiri della Libertà ad Almese, un ricco banchetto con i loro prodotti più tipici – tra cui miele, castagne e formaggi di capra. Incuriositi dall’offerta francese, tantissimi visitatori si sono intrattenuti presso lo stand per conversare con i produttori, conoscere più da vicino la loro realtà e degustare le loro specialità in esposizione.

La Fiera Agricola Zootecnica è poi entrata nel vivo il giorno seguente, con la transumanza dei capi di bestiame da Almese a Milanere, dove si sono svolte le diverse iniziative in programma, tra cui la rassegna zootecnica della razza bovina “barà-pustertaler”, l’esposizione e il mercato del bestiame a vita, l’esposizione degli animali da cortile, il mercato dei prodotti del territorio e dell’artigianato, le dimostrazioni a cura degli intagliatori del legno, e altre attività pensate apposta per l’intrattenimento di famiglie e bambini. Durante la mattinata, si è svolta anche un’interessante conferenza su “La gestione alimentare e sanitaria della razza barà-pustertaler”, alla quale sono intervenuti diversi docenti del Dipartimento di Scienze Agrarie, Forestali e Animali (DISAFA). A seguire, il pranzo per gli addetti ai lavori presso il prato di Milanere, preparato interamente dalle donne delle diverse famiglie di allevatori. Nel pomeriggio, invece, si sono svolte le premiazioni dei capi di bestiame: i vincitori della nuova edizione della rassegna sono Aldo Versino, per la vacca più bella; Luciano Listello, per la manza più bella; Ugo Rocci, per il gruppo più numeroso.

Infine, al Centro Sociale di Milanere, ha avuto luogo la tradizionale cena di chiusura, a cura di Agù Catering, che ha visto la partecipazione di oltre 160 cittadini, i quali hanno manifestato subito la loro approvazione per la proposta del menù, ma soprattutto per la riuscita e l’organizzazione della nuova edizione della Fiera.

L’Assessore Alliano ha dichiarato: “Giunti alla V edizione della Fiera Agricola Zootecnica non possiamo che essere soddisfatti sia in termini di risposta del pubblico – intervenuto numeroso nelle ore centrali durante il quale è comparso un timido sole – che per i circa cinquanta stand dei produttori agricoli locali, sia per la partecipazione degli allevatori e dei loro 110 capi bovini e un interessante comparto ovocaprino con le capre camosciate valdostane dei Lussiana di Coazze, le capre vallesane di Umberto Brando di Villarfocchiardo e le pecore di Sergio Giuglar. Il messaggio più importante di questa fiera è però l’invito a fare scelte consapevoli nella propria spesa e nel proprio stile di vita. Se compro locale sostengo coltivatori e allevatori che lavorano e mantengono in ordine il territorio preservandolo dal degrado, che quasi sempre sono piccole imprese a conduzione familiare che devono guardare avanti per offrire un futuro ai più giovani, che seguono le stagionalità e curano il benessere animale; se compro locale sposto meno le merci, riduco l’inquinamento, riconosco un prezzo equo a chi produce, posso conoscere i produttori, andare a trovarli e comprendere i percorsi di filiera. E, inoltre, esco dallo schema che ci viene propinato da decenni dove la realtà è fatta di anonimi acquisti sui rettilinei di scaffali della grande distribuzione dove l’unico ruolo che rivestiamo è essere altrettanto anonimi consumatori; il modello che invece proponiamo alla Fiera Agricola Zootecnica di Milanere è quello che vede al centro di tutto i rapporti umani ed il rispetto per l’ambiente.”

“Anche l’edizione 2018 è stata la dimostrazione che, se si opera in coesione e per il bene comune, si possono raggiungere risultati sorprendenti – ha affermato il Sindaco Ombretta Bertolo -. La Fiera agricola, infatti, in termini di partecipazione, non avrebbe guadagnato questi numeri se non fosse stato per la stretta collaborazione tra produttori, allevatori e artigiani, organizzazioni di categoria, associazioni e proprietari dei terreni. Ma la novità di quest’anno è stata la presenza anche di una rappresentanza di agricoltori francesi dell’Ardèche, i quali si sono ritrovati il venerdì sera presso l’Agriturismo sul Monte Capretto per cenare in compagnia dell’Amministrazione e di alcuni produttori del territorio: una serata dalla quale si è evìnto uno spirito di unione solido e assolutamente predisposto al confronto e allo scambio di conoscenze circa le nostre, e le loro, tradizioni agricole. Il giorno seguente, sempre in compagnia dei francesi, ci siamo diretti verso le diverse realtà agricole del nostro territorio, delle quali, dopo un’attenta visita, hanno potuto apprezzare soprattutto l’organizzazione e la qualità dei loro prodotti. Inoltre, il sabato, si è svolto il mercato dei produttori locali, presso il quale è stato allestito anche lo stand di prodotti tipici dell’Ardèche, che ha attirato l’attenzione di tantissimi clienti curiosi. La giornata si è poi conclusa con una simpatica cena a base di prodotti tipici e stagionali, che si è svolta presso la mia abitazione, sempre in compagnia dei produttori francesi. La Fiera è poi entrata nel vivo la domenica mattina, con la tradizionale transumanza dei bovini da Almese a Milanere, passando per Villar Dora, alla quale abbiamo preso parte sia io che l’Assessore Maria Stella Aglianò. Molto interessante e partecipata anche la conferenza sulla razza barà- pustertaler al Centro Sociale di Milanere, durante la quale sono intervenuti i docenti del DISAFA. Per concludere, vorrei ringraziare in particolar modo tutte le signore che anche quest’anno ci hanno deliziato con il loro pranzo a base di prodotti locali, che si è svolto all’aperto, nel prato di Milanere. Complimenti a tutti, vi aspettiamo il prossimo anno per continuare questa splendida tradizione!”

Comunicato stampa in versione pdf.

Comune di Almese