Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Anche quest’anno il Comune, in collaborazione con l’associazione Polisportiva “Valledora Alpignano”, propone i corsi di Rugby agli alunni dell’Istituto Comprensivo di Almese. Data la grande partecipazione degli scorsi anni, l’Amministrazione comunale ha concesso l’uso gratuito del campo sportivo di Rivera ai ragazzi delle scuole, non solo per promuovere e incentivare la pratica di “nuovi” sport, ma anche per valorizzare ancora di più il complesso sportivo, da poco implementato con una nuova piastra di pallacanestro.

La maggior parte degli insegnanti ha percepito la valenza educativa del gioco del Rugby, attraverso cui i ragazzi, infatti, non solo si divertono allenandosi e consolidando gli schemi motori di base, ma imparano anche l’importanza del rispetto della regola e dell’avversario, a gestire la rabbia, a socializzare con i compagni di squadra e a realizzare insieme i “progetti” prefissati.

“Il progetto ‘Divertirsi con la palla ovale’ vuole offrire ai giovani studenti nuove e diverse possibilità formative e più occasioni d’incontro e d’aggregazione per prevenire, ove possibile, il disagio a cui vanno incontro molti ragazzi – spiega l’allenatore Paolo Fornetti –. E’ proprio per tutti i valori sociali su cui si fonda il Rugby che ci piacerebbe aumentare il numero di ‘piccoli atleti’ che praticano questo sport: l’anno scorso ad Almese abbiamo raggiunto i 27 iscritti, un numero davvero importante per un comune così piccolo! Per di più molti di loro hanno manifestato interesse per il proseguimento dell’attività, chiedendo la possibilità di potersi allenare anche durante il doposcuola.”

“Con grande piacere il Comune di Almese patrocina nuovamente questa iniziativa sportiva, poiché abbiamo appreso che il Rugby può rivelarsi un valido strumento per la crescita dei nostri ragazzi – afferma il Sindaco Ombretta Bertolo –. La decisione di concedere gratuitamente l’utilizzo del campetto di via S. Stefano per gli allenamenti settimanali, vuole essere un modo per rendere più vivo il complesso, e sicuramente la presenza dei ragazzi serve anche a presidiare maggiormente la zona da eventuali atti vandalici. Molto importante anche la valenza educativa di questo sport: grazie agli insegnamenti che vengono trasmessi dagli allenatori, il Rugby ha la capacità di spronare anche i più piccoli al contatto fisico e indurre i bambini più vivaci a controllare la loro esuberanza. Si tratta di uno sport di contatto ma è anche un valido mezzo educativo per tentare di contrastare i problemi legati al bullismo nelle scuole, accrescendo l’unione tra i ragazzi affinché questi episodi non si verifichino più.”

Comunicato stampa in versione pdf.

Comune di Almese