Dichiarazione di nascita

Scheda:

E' la denuncia obbligatoria per legge, della nascita di una persona, per l'iscrizione dello stesso nel registro comunale dello stato civile.

Chi può richiederlo
1) Se il bambino è nato da genitori regolarmente sposati o viene riconosciuto da uno solo dei genitori la denuncia di nascita deve essere presentata:
(a) da uno dei genitori o da un loro procuratore speciale davanti al direttore sanitario dell'istituto in cui è avvenuta la nascita entro tre giorni dalla data del parto;
(b) da uno dei genitori davanti all'ufficiale di stato civile del Comune di residenza della madre (o del padre se vi è un preciso accordo) entro dieci giorni dalla data del parto;
(c) da uno dei genitori davanti all'ufficiale di stato civile del Comune di nascita entro dieci giorni dalla data del parto;
2) Se il bambino è nato da genitori non sposati la denuncia di nascita deve essere presentata:
(a) da entrambi i genitori congiuntamente davanti al direttore sanitario dell'istituto in cui è avvenuta la nascita entro tre giorni dalla data del parto;
(b) da entrambi i genitori congiuntamente davanti all'ufficiale di stato civile del Comune di residenza della madre (o del padre se vi è un preciso accordo) entro dieci giorni dalla data del parto;

Quando richiederlo
La denuncia va eseguita entro 10 giorni dalla nascita se viene presentata ai Comuni e entro 3 giorni se viene presentata presso la direzione sanitaria dell'ospedale o casa di cura in cui è avvenuta la nascita. In questo caso sarà cura del direttore sanitario trasmetterla al Comune nei 10 giorni successivi.

Documenti da presentare
La denuncia va fatta oralmente e senza bisogno di testimoni.
Nel caso di denuncia di nascita presentata al direttore sanitario non è necessaria alcuna formalità; Nel caso di denuncia presentata all'ufficiale di stato civile occorre presentarsi con un documento di riconoscimento valido e l'attestazione di parto rilasciata dal medico.

Costo del servizio
Gratuito

Tempi svolgimento pratica
Immediata

Ufficio di competenza:Servizio stato civile, anagrafe e A.I.R.E., cimiteri