Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

«Tutto quello che sembra perire muta soltanto. L’uomo è destinato a tornare alla vita, e perciò deve uscirne serenamente. Osserva il ciclo attraverso cui le cose ritornano tutte in se stesse: vedrai che nulla in questo mondo si estingue, ma con moto alterno tramonta e risorge.»

Queste parole sono state scritte da Seneca nelle sue lettere a Lucilio ed esprimono, con delicatezza, il ciclo delle stagioni della vita. Una metafora che l’artista Francesco Perotto ha provato a riprodurre sulle pareti del cimitero di Rivera, recentemente decorato con i murales delle stagioni.

Il progetto fa parte di un’iniziativa volta a migliorare l’interno del cimitero che, con il tempo, sarà completato con due panche e un vaso con una bella pianta, il tutto per rendere un po’ più piacevole le visite in questo luogo di ricordo.

“Grazie alla collaborazione con Francesco Perotto abbiamo potuto rendere questa parte del cimitero di Rivera più bello e accogliente – commenta il Sindaco, Ombretta Bertolo -. Sono le piccole cose come queste che possono donare conforto e serenità ai familiari dei defunti che ora hanno uno spazio dignitoso per ricordare i loro cari. Come molti sapranno non è più possibile seppellire i propri cari nella terra a causa di mancanza di spazio. Abbiamo voluto cercare di incentivare le famiglie di Rivera ad utilizzare i loculi invece di dover scegliere un altro cimitero. Spero che questo intervento venga apprezzato, in attesa che si possano utilizzare nuovamente le sepolture a terra”.

Comune di Almese