Spettacolo teatrale alla villa romana di Almese. In scena il 2 luglio “Il soldato fanfarone” di Plauto

Per la prima volta dall’apertura al pubblico nel 2010 la villa romana di Almese ospita, domenica 2 luglio alle ore 20, uno spettacolo teatrale. Si tratta, non a caso, di un testo classico, “Il soldato fanfarone” dal “Miles gloriosus” di Plauto, commediografo romano vissuto tra il III e il II secolo a.C. nella riduzione di Gian Mesturino e Girolamo Angione messo in scena dalla Compagnia Torino Spettacoli. A promuovere e organizzare l’iniziativa l’associazione almesina ArcA, col contributo del Comune di Almese e della Fondazione Magnetto e il patrocinio di Tesori d’arte e cultura alpina, Finder Spa e Soprintendenza archeologica di Torino.

Il “Miles Gloriosus” è certamente il testo plautino più amato dal pubblico per la straordinaria invenzione di quel “Soldato fanfarone” che, nei millenni a seguire e a partire dalla commedia dell’arte, ha segnato di sé alcuni dei momenti topici della storia del teatro occidentale… I Romani sono appena arrivati ma la fanno da padroni e sulla scena, a colpo d’occhio, la monumentalità di marmi e capitelli si sovrappone a steccati e pollai di matrice contadina in una divertente e precaria contaminazione di stili di vita e di cultura.

Anche il Miles, campione di tracotanza “romanesca”, non lega affatto col carattere dei locali che, dunque, sono ben lieti di collaborare alla buona riuscita della beffa che un simpatico servo –napoletano- ordisce ai suoi danni per liberare la ragazza rapita dal soldato durante una missione precedente. In questo crogiuolo di genti ed esperienze, tra soldati veneti e romani, servi napoletani e contadini piemontesi, anche le sfumature dialettali giocano un ruolo, riconoscendo in Plauto il modello di quella straordinaria stagione di teatro popolare che fu la commedia dell’Arte.

La regia è di Girolamo Angione le canzoni a cura di Gabriele Bolletta, coreografie Gianni Mancini, scene e costumi Pendragon. Il biglietto intero costa 10 euro, 8 euro per chi ha meno di 18 anni e più di 65 anni, e 1 euro per i bambini fino a 10 anni. Per informazioni, arca.almese@gmail.com