APPROVATA LA VARIANTE PARZIALE N. 18. PARERE POSITIVO DALLA CITTA’ METROPOLITANA

La variante parziale n° 18 che e’ stata approvata durante il Consiglio comunale del 5 luglio, ha concluso il suo iter istruttorio. 

Il passaggio in Consiglio Comunale era necessario, nella data individuata, per rispettare le tempistiche previste dalla norma e per evitare cosi’ di dover rifare completamente tutto l’iter previsto dalla Legge. 

La Variante ha ottenuto anche il parere della Città Metropolitana di Torino: piena conformità al Piano Territoriale di Coordinamento ed alle sue norme, senza prescrizione od osservazione alcuna.

Un risultato molto importante poiché tale parere ha confermato, di fatto, la validità della scelta della Variante di operare una completa ricognizione dei vincoli già esistenti sul territorio da decenni, predisponendo una carta unica dei vincoli imposti da leggi sovraordinate. Si tratta di una carta finora assente, ma obbligatoria.

Obiettivo del prossimo futuro e’ quello di portare avanti, proprio per le zone Eb, uno studio dettagliato di questi luoghi, cosi’  da poter definire una disciplina puntuale degli interventi sugli edifici e le loro pertinenze, per poter garantire la tutela dei caratteri integri e la giusta trasformabilità di edifici incongrui o non più recuperabili.

La norma ha dunque l’obiettivo, nell’ottica di un interesse diffuso e collettivo, di salvare i caratteri testimoniali di edifici che, se recuperati con capacità e perizia progettuale, potranno diventare non solo occasione di vanto per il territorio, ma opportunità per l’avvio di attività agricolo ricettive che fanno di queste caratteristiche la loro peculiarità, come testimoniato da diverse esperienze avviate in alcuni comuni della valle di Susa.

Si ricorda che venerdì 14 luglio dalle 9 alle 13 su appuntamento (011/9350201 int. 1 o almesechevorrei@comune.almese.to.it) prenderanno il via gli incontri per il laboratorio di territorio “Almese che Vorrei”, a breve sarà attivo un link sulla homepage del sito www.comune.almese.to.it, con tutte le info e il questionario per le proposte e suggerimenti. Il questionario sarà anche disponibile in forma cartacea presso l’ufficio anagrafe.