Un nuovo campo prova Mountain-bike ad Almese

Un Comune sempre più a misura di bikers con diversi progetti che valorizzano percorsi e spazi presenti sul territorio. Almese si pone l’obiettivo di diventare un Comune di riferimento per gli appassionati delle due ruote. L’ultimo progetto, in ordine cronologico, è quello che vedrà nascere un campo prova a Rivera nel terreno adiacente al parcheggio Don Ettore Giorda, vicino all’area Camper. Un’area fino a poche settimane fa non utilizzata e in una situazione di degrado. Nel periodo natalizio sono stati effettuati interventi di pulizia e di sistemazione del terreno. Adesso si sta procedendo con la progettazione vera e propria del campo prova per mountain bike, lavoro che è già stato affidato e a breve si avrà il progetto definitivo.

Questa azione di riqualificazione rientra in un progetto più ampio che vede altri tasselli importanti. Si parte dai diversi percorsi mountain bike sul Musiné: è stato fatto un lavoro di censimento e di accatastamento presso la Regione Piemonte di tracciati che presentano tre diversi gradi di difficoltà. Si sono create mappe e condotte analisi per poter poi incrementare sia la segnaletica che la manutenzione. Diversi sono i percorsi che portano alla scoperta delle salite verso il Musiné. Grazie all’accatastamento sarà possibile per gli appassionati scaricare direttamente i dati gps del percorso sui propri dispositivi.

Altro aspetto importante è la creazione di punti di assistenza per i ciclisti: in Almese ne verranno realizzati due, per la distribuzione di camere d’aria, per il lavaggio delle bici, il gonfiaggio delle ruote. Inoltre verranno messi disposizione anche piccoli attrezzi utili a manutenzioni immediate.

Per quanto riguarda la mobilità quotidiana il Comune di Almese ha aderito al progetto per le piste ciclabili – Pascal – presentato proprio poche settimane fa e che mira a creare nuovi percorsi e a completarne di esistenti, completando quello tra Almese ed Avigliana, con l’obiettivo di supportare una vera mobilità sostenibile anche per residenti e pendolari, favorendo il collegamento con la stazione ferroviaria di Avigliana.

Il tutto pensato per collegare il territorio di Almese al più ampio progetto della ciclabile della Via Francigena, già progettata a cura dell’Unione Montana Valle Susa: 80 km di piste ciclabili già esistenti, ma da valorizzare e collegare, che dal Moncenisio ad Avigliana offrono un panorama e percorsi unici.

Obiettivo dell’Unione Montana è quello di reperire i fondi per questo ambizioso progetto, cercando di realizzarlo e valorizzarlo al livello delle Vie Francigene ben più note di altre regioni d’Italia.