Gli auguri del Sindaco Ombretta Bertolo

Care Concittadine e cari Concittadini,

questo primo anno e mezzo di mandato amministrativo è stato molto intenso e, per molti aspetti, faticoso. Ma la fatica non offusca l’entusiasmo di poter vivere questa esperienza.Una vera sfida, quella della gestione di un Ente Pubblico, che abbiamo cercato di portare avanti con il massimo impegno, come squadra, come insieme di persone che vogliono mettersi al servizio della propria comunità. Abbiamo sicuramente imparato molto da questo avvio di esperienza, sia in termini tecnici che umani, cercando sempre di avvicinarci il più possibile ai cittadini e dare risposte alle tante esigenze di questi momenti complessi, con molto senso di responsabilità e pragmatismo. Vorrei ripercorrere brevemente alcuni degli aspetti salienti di questi mesi. Prima di tutto la struttura comunale. Abbiamo portato avanti un buon lavoro con tutti gli uffici, nonostante le tante difficoltà dovute alle normative vigenti, con il blocco del turn over e l’impossibilità di sostituire risorse anche in ruoli fondamentali per la gestione amministrativa. Il Comune è rimasto privo della Responsabile della Ragioneria per diversi mesi e questo ha creato moltissime difficoltà a cui si è potuto ovviare solo con un impegno straordinario da parte dei dipendenti, di alcuni componenti dell’Amministrazione comunale e con l’aiuto prezioso di alcuni “supplenti” dai Comuni vicini. Ai dipendenti va il ringraziamento per tutto quanto portato avanti insieme in questi mesi e per la risposta data ai cambiamenti di organizzazione interna con i quali sono stati ottenuti importanti miglioramenti gestionali, che devono portare ad una sempre maggiore sensibilità e attenzione al cittadino.

Abbiamo trasformato in realtà tanti progetti, tra cantieri, lavori, strade, scuole, tante  iniziative che sono in fase di esecuzione o in via di progettazione e che verranno messe in atto prossimamente. Abbiamo anche dato avvio a una bella collaborazione con tante persone e categorie diverse: i commercianti, con i quali sono stati organizzati tanti eventi che hanno allietato le nostre giornate e portato a importanti ricadute economiche sul territorio; gli agricoltori, grazie ai quali sono state realizzate le due edizioni straordinarie della fiera agricola; le parrocchie, con cui si sono organizzati al meglio tutti i momenti più importanti delle nostre feste religiose, tradizionali e nazionali, si è collaborato attivamente per l’accoglienza profughi e condiviso momenti di grande intensità ed emozione con le cene multietniche; le Associazioni con le quali è stato possibile realizzare molto, a cui si è data la massima attenzione e dimostrazione di affetto con  la “Giornata delle Associazioni”, che ha permesso a molte realtà di avvicinarsi tra loro. Abbiamo cercato di aiutare quei cittadini che ne hanno fatto richiesta, offrendo la nostra completa disponibilità per la ricerca di soluzioni concrete. Si è cercato anche di gestire la delicata realtà dell’immigrazione, argomento sempre più attuale, che spesso pone di fronte a pareri e posizioni discordanti. In merito a questo argomento, la nostra decisione è stata quella di orientarci verso la ricerca di un equilibrio, di un clima di apertura e di predisposizione all’ascolto, all’inclusione sociale. E i risultati sono evidenti, per tutti. Molte altre iniziative hanno coinvolto la sfera della cultura, per promuovere una crescita intellettuale che renda tutti noi persone migliori. Stiamo muovendo i primi passi verso un cammino di sviluppo culturale, che possa condurre verso orizzonti più fiorenti per la nostra comunità, che restituisca a tutti noi maggiore responsabilità verso le regole del vivere civile, l’ordine, la pulizia del paese e il rispetto verso gli altri. Per fare questo passo, doveroso in una società sempre più tendente all’egocentrismo e all’aggressività, è necessario però l’impegno di tutti, soprattutto le tante persone positive , rispettose ed educate,  perché non restino indifferenti o rassegnate, perché non cedano al malcostume della lamentazione sterile, ma siano attive e propositive ognuna nel suo ambito e nella vita di tutti i giorni.

Come Amministrazione siamo soddisfatti di cosa abbiamo fatto fino ad ora, pur sapendo che  molto resta da fare. Siamo pronti a proseguire in questa direzione, con sempre maggiore impegno, dedizione e passione per il bene di Almese. Vogliamo garantire un bel futuro anche per i cittadini delle generazioni a venire. E’ un impegno che abbiamo assunto e faremo tutto quanto nelle nostre disponibilità per portarlo avanti al meglio.

Colgo l’occasione per augurare a tutti Voi un Natale di vera gioia e un anno nuovo che porti serenità e pace.

 

Il Sindaco, Ombretta Bertolo