Nuovo locale mensa alla scuola Primaria di Rivera

Lunedì 22 settembre è stata utilizzata per la prima volta dagli alunni della scuola Primaria di Rivera la nuova aula refettorio che è stata approntata durante l’estate. L’aula è stata individuata a seguito di un sopralluogo della nuova amministrazione e, una volta verificati i requisiti necessari, sono cominciati a luglio i lavori di messa a norma e l’acquisto degli arredi.

La situazione era davvero insostenibile” ha dichiarato l’Assessore all’istruzione Cerrato. “Fino allo scorso anno scolastico la mensa era affidata al gestore dei locali della Società Cooperativa di Rivera, situata di fronte alla scuola e, negli ultimi mesi, presso l’oratorio della Parrocchia di Rivera. Un caso che rischiava di diventare fuori controllo. Ci siamo subito adoperati come Amministrazione per individuare un’ipotesi di immediata realizzazione e che fosse sostenibile economicamente”.

IMG-20140918-WA0002Scartata l’ipotesi di un prefabbricato, voce che girava prima delle elezioni, in quanto non supportata da opportuno stanziamento nel bilancio Comunale, e di una nuova convenzione con altri ristoratori della zona, soluzione comunque temporanea e piena di incertezze per il futuro, si è deciso, a seguito di un sopralluogo all’interno del plesso, di trasformare la vecchia aula informatica al primo piano, non più utilizzata, in aula per una classe, ricavando così uno spazio al piano terreno che si prestava all’utilizzo come aula mensa. I tecnici del Comune hanno verificato che le dimensioni ne consentissero la destinazione e garantissero la sicurezza e l’igiene dei bambini. Con due turni mensa, infatti, sarà possibile ospitare tutti i bambini del plesso.

A luglio sono partiti i lavori in gran parte realizzati dagli operai del Comune e sono stati acquistati gli arredi. Il risultato è ora sotto gli occhi di tutti. Con una spesa di circa € 3200 per i lavori di adeguamento e messa a norma e € 4400 per gli arredi, reperiti dal bilancio 2014, l’Amministrazione ha garantito ai bambini un luogo confortevole per trascorrere il momento del pranzo, evitando di dover uscire dalla scuola, come accadeva prima, e permettendo quindi di avere più tempo per giocare e rilassarsi dopo la mattinata di scuola.