Sicurezza lavoro, consegnati i premi del concorso

La scuola media di Sant’Ambrogio ripete quasi interamente l’impresa dello scorso anno e si aggiudica, col primo e secondo posto, la terza edizione del concorso “Non è colpa del destino” relativo a progetti sul tema della sicurezza e della salute nei luoghi di lavoro, promosso dal Comune e dall’associazione Sicurlav. Il vincitore è Martina Buso, seguita da Sarah Florence Zasa, entrambe di Sant’Ambrogio, e da Federica di Pasquale, alunna della scuola media Defendente Ferrari di Avigliana. Il premio riservato alla media di Almese va al gruppo composto da Lorenzo Lano, Umberto Minasola e Vladimir Rossi che si piazza al primo posto, seguito da Nicolò Zicari e Alessandro Magliana.

premio-sicurezza-lavoro-201I premi sono stati consegnati ieri all’auditorium cav. Mario Magnetto, dal presidente di Sicurlav Giacomo Porcellana, dalla vicepresidente Cristina Marini, da Michele Montrano, assessore almesino all’urbanistica, ispettore Asl per la sicurezza sui luoghi di lavoro e tra i fondatori dell’associazione, dalla dirigente scolastica di Almese Anna Salvatore, dalla sua collega di Sant’Ambrogio Cristina Cerruti e dal consigliere comunale di Almese Giovanni D’Alessandro.

premio-sicurezza-lavoro-3Gli studenti erano invitati a elaborare in forma individuale, eventualmente sotto la guida degli insegnanti, progetti che riguardano la sicurezza e salute negli ambienti di  lavoro, con scritti, manifesti promozionali, articoli di taglio giornalistico, fumetti, manuali, opuscoli, oppure in forma multimediale. Trentatre i progetti dalle scuole di Almese, Avigliana e Sant’Ambrogio. Il tema dell’edizione 2013 era “Preven Go. Andare verso la prevenzione delle patologie da lavoro”.

premio-sicurezza-lavoro-2«L’impegno dei ragazzi è stato ancora una volta eccezionale e i loro lavori ci hanno stupito per la qualità e il ragionamento che li ha sottesi», ha osservato Porcellana. Spiega Michele Montrano, che ha ideato l’iniziativa: «Il numero dei partecipati e la costanza con la quale le scuole aderiscono all’iniziativa dice che il lavoro di sensibilizzazione non è stato vano, che i dirigenti scolastici e gli insegnanti hanno compreso l’importanza di questo problema, che l’emozione suscitata dai morti e dagli infortunati sui luoghi di lavoro ha lasciato il segno». L’assessore ricorda che Almese ha investito nella promozione della sicurezza sui luoghi di lavoro e da cinque anni l’auditorium è sede fissa di incontri e seminari.

Nel corso della premiazione Anna Salvatore ha presentato i risultati di un progetto elaborato dalla media di Almese sulla sicurezza nell’uso delle palestre, nell’ambito della rete valsusina “La scuola si-cura di te”. «È stata un’occasione per far riflettere i ragazzi sui comportamenti corretti da adottare quando si va in palestra», ha spiegato la dirigente scolastica, che ha ringraziato ancora una volta Sicurlav per questa opportunità di sensibilizzazione dei ragazzi. Il risultato di questo progetto sarà un cartellone che verrà affisso nelle palestre delle scuole valsusine.

21/12/2013