Dsa e benessere, i progetti di Comune e Merope

La lotta contro i Dsa, Disturbi specifici dell’apprendimento, si arricchisce di un nuovo strumento, una equipe multiprofessionale che darà vita ad un vero e proprio sportello in grado di fornire aiuto alle famiglie. Lo ha creato l’associazione di volontariato socioassistenziale Merope col patrocinio del Comune, e si inquadra in un’esperienza che è stata avviata lo scorso anno con il doposcuola, che proseguirà anche quest’anno.

L’equipe tecnico – sanitaria è composta: da due psicologhe, Claudia Rasetti, che è anche la coordinatrice del gruppo tecnico, e Francesca Collevasone; da una neuropsichiatra, Lucia Pagana; da due logopediste, Cristina Zigoni e Monica Patrucco, e da una psicomotricista, Paola Salvatore. Le sedi degli interventi saranno ad Almese e ad Avigliana. Il servizio sarà a pagamento, ma l’assessore almesino alle politiche sociali Piero Genovese spiega che per i residenti ad Almese saranno adottate tariffe molto agevolate e verranno attivati alcuni servizi gratuiti e in qualche caso personalizzati o con forti sconti per quelli professionali, nella palestra della scuola e nell’ex municipio di Rivera.

«Il nostro gruppo si occupa di diagnosi rispetto alle difficoltà scolastiche, che non sempre sono legate alla presenza di disturbi dell’apprendimento – spiega  Claudia Rasetti – il nostro compito, in collaborazione con le famiglie, è di indicare la natura dei problemi ed eventualmente girare  il referto all’Asl per gli interventi del caso. Purtroppo è un fenomeno molto diffuso ed è importante fare una diagnosi attenta per aiutare il bambino che ne è vittima».

Alcuni servizi saranno invece gratuiti: la biblioteca multimediale, corsi di informatica specifici per Dsa, i gruppi di Auto mutuo aiuto che offrono ai genitori un luogo di accoglienza dove incontrare delle persone che, attraverso esperienze simili, potranno essere d’aiuto agli altri e a se stesse tramite l’ascolto, l’elargizione di consigli, la condivisione di analoghe situazioni e di competenze. «L’istituzione dell’equipe rappresenta un’evoluzione dell’esperienza compiuta con Merope e l’abbiamo sostenuta anche perché è nata ad Almese. Merope ha espresso nel tempo delle buone professionalità e il lavoro che sta svolgendo potrà avere delle ricadute positive anche per gli almesini», aggiunge Genovese.

Oltre al progetto Dsa, all’insegna dello slogan “Star bene insieme” Merope, sempre col patrocinio del Comune, presenta una serie di altre iniziative per questo e il prossimo anno.  Laboratori di psicomotricità, danzamovimentoterapia, il teatro per conoscersi e conoscere, laboratori di recitazione cine televisiva, di radiofonia, seminari d’alimentazione naturale e dieta psicosomatica, di dizione ed espressione verbale per migliorare la nostra voce e l’eloquio e salvaguardare le corde vocali, apericena su temi inerenti al benessere psicofisico e un corso di autodifesa per le donne. «La parola che unisce questi laboratori è “benessere”, la promozione della salute e degli aspetti che consentono di star bene con se stessi e con gli altri», spiega la coordinatrice  Francesca Collevasone.

Per informazioni sul progetto Dsa, segreteria Merope, 011.9320379 o 393.9835696 o info@meropeonlus.it; per la diagnosi Dsa, 347.8264701. Per informazioni sui laboratori e iscrizioni, contattare il coordinatore Francesca Collevasone (333.7597825; info@psichesoma.eu); Lucia Valenti (396.26424; lucia.valenti@odsweb.it); Walter Rivetti (338.3523457; walter.rivetti@libero.it). Segreteria di Merope: 011 9320379; info@meropeonlus.it, segreteria O.D.S.: 011.4472759 o 334.3949079 o ods@odsweb.it. Ulteriori informazioni sul sito www.meropeonlus.it.

9/10/2013