Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

stage-2013-attestati-019

Questi ragazzi hanno compiuto un’esperienza di vita che lascerà in loro tracce profonde e ciò che hanno realizzato resterà nel tempo. I ragazzi sono quelli che hanno partecipato agli stage di educazione ambientale nella pineta e alla villa romana, e ad illustrare questo lusinghiero bilancio sono il sindaco Bruno Gonella, il presidente della squadra antincendi boschivi almesina Aldo Ambrosino e l’archeologo Gabriele Gatti, durante la consegna degli attestati di partecipazione e del buono acquisto di 100 euro, giovedì 19 settembre nell’auditorium cav. Mario Magnetto.

Che il bilancio sia stato positivo lo dimostra il lavoro dei ragazzi, illustrato attraverso alcune immagini, che li ha mostrati all’opera in pineta, coordinati dalla squadra Aib guidata da Ambrosino, per la settima volta nel ruolo di tutor di questo stage. Ad osservare compiaciuti le immagini, l’ispettore provinciale Aib Renzo Peyrolo, il comandante dell’area 28 Marco Paschero, nonché il comandante della stazione almesina del corpo forestale Ilaria Sereno. Ragazzi al lavoro anche alla villa romana, alla guida di Gabriele Gatti, dove si sono cimentati in scavi che hanno consentito di scoprire reperti importanti. Uno stage, quest’ultimo, giunto alla sesta edizione e organizzato in collaborazione con la Soprintendenza ai beni archeologici.

Questa esperienza sta dando frutti anche in termini di partecipazione alla vita associativa del paese. Alcuni ragazzi che hanno partecipato alle scorse edizioni dello stage in pineta si sono, infatti, iscritti alla squadra Aib e la speranza e che le adesioni non si fermino qui. Anche i giovani che hanno lavorato alla villa romana possono coltivare la passione che hanno forse maturato per l’archeologia, iscrivendosi all’associazione Arca, che si occupa, fra l’altro, proprio della valorizzazione del sito di Grange di Rivera.

Il sindaco, affiancato dall’assessore alle politiche giovanili Piero Genovese, ha ringraziato i ragazzi e i volontari, sottolineando come questa iniziativa non abbia uno scopo eminentemente utilitaristico, ma vuole impegnare i giovani in lavori utili alla collettività e a loro stessi. Piero Genovese ha infine ricordato che parecchi decenni fa Aldo Ambrosino ed altri hanno, con un’esperienza analoga, instillato l’amore per la natura e la pineta almesina in ragazzi come lo stesso assessore.

Chi non era presente alla serata in auditorium può ritirare l’attestato e il buono acquisto presso l’ufficio cultura del Comune.

 23/9/2013

Vedi anche

Lo stage in pineta

Lo stage alla villa romana

Comune di Almese