Regione Piemonte - Città Metropolitana di Torino

Si avvicina la scadenza del pagamento della prima rata della Tares, la Tassa rifiuti e servizi, che da quest’anno sostituisce la Tarsu, la Tassa sui rifiuti solidi urbani.

Il Comune di Almese ha stabilito che la nuova tassa va pagata in tre rate, due di acconto e una di saldo: la prima entro il 15 settembre, la seconda entro il 15 ottobre e il saldo entro il 16 dicembre. Il bollettino che gli almesini riceveranno nei prossimi giorni, relativo alla prima rata (ma varrà anche per la seconda), reca un importo relativo al 50% dell’80% di quanto dovuto applicando alle superfici occupate le tariffe Tarsu vigenti al 31 dicembre 2012 che, per quanto riguarda quella per i locali ad uso abitativo, è di 1,51 euro al metro quadrato.

La rata di saldo o conguaglio verrà calcolata sulla base dell’importo annuo dovuto, tenuto conto delle tariffe definitive che verranno stabilite dal Comune entro il mese di settembre, dal quale saranno scomputati i pagamenti delle rate in acconto.

La legge che ha istituito la Tares prevede che, oltre allo smaltimento e raccolta dei rifiuti, i cittadini paghino anche di altri servizi comuni, quali illuminazione e manutenzione stradale, polizia municipale, anagrafe.  Per coprire questi costi le tariffe sono maggiorate di 0,30 euro al metro quadrato, che il contribuente dovrà versare, in unica soluzione, contestualmente al pagamento della terza rata, entro il 30 novembre.

Va sottolineato che la parte della tassa relativa ai rifiuti copre integralmente il costo del servizio, mentre la maggiorazione di 0,30 euro va allo Stato. Il Comune ricorda inoltre che, trattandosi di tributo, non viene applicata l’Iva sull’importo della tariffa. Per ulteriori informazioni, ci si può rivolgere all’ufficio tributi.

8/8/2013

Comune di Almese